VENDUTI!

Così, alla fine, la banca d’Italia ha dato l’autorizzazione alla vendita del Fonspa.

Ne abbiamo avuta notizia il giorno dello sciopero dei bancari, giorno in cui mentre da una parte si lottava per la difesa dei diritti dei Lavoratori, dall’altra si portava a perfezionamento un’operazione che continua a lasciare perplessi i Lavoratori del Fonspa. La nuova proprietà ora ha fretta; già da domani le OO.SS. saranno convocate per apprendere ciò che sarà riservato alla parte sana della banca: i Lavoratori.

Di seguito il comunicato emesso dalle OO.SS. del Fonspa, comunicato che è stato ripreso dal Corriere.it:

I  lavoratori del  FONSPA esprimono le loro  forti preoccupazioni per la vendita della Banca conclusa oggi in favore delle  società  TAGES Holding spa e   della società  HARVEST INVESTMENT PARTNERS B.V. / Harvip Investimenti Spa.

 

 

I lavoratori del Credito Fondiario – Fonspa,  che hanno ormai da tempo denunciato, in tutte le sedi istituzionali la loro preoccupazione in ordine alla paventata  possibile conclusione dell’operazione di vendita del pacchetto azionario da parte di Morgan Stanley in favore della Società Tages e Harvip hanno appreso oggi proprio nel corso della giornata di sciopero generale della intera categoria dei Bancari,   la intervenuta  definizione dell’operazione di cessione a seguito dell’autorizzazione della Banca D’Italia.

 

 

Dall’esame dei bilanci delle due società avevamo infatti rilevato non rassicuranti analogie:

 

·    entrambe sono state costituite di recente ( luglio 2010);

·    entrambe  sono prive di consolidate e sperimentate positive attività ;

·    entrambe  sono prive di storia pregressa e quindi scarsamente sensibili a negativi riflessi di immagine;

·    entrambe risultano sprovviste di idoneo target economico-finanziario, infatti la Tages ha concluso il bilancio di esercizio del 2012 con un modesto utile di € 185.065 e una perdita di € 14.200 nell’esercizio del 2011,  mentre la Harvip ha chiuso il bilancio di esercizio al 31.12.2012 con una perdita di €. 1.700.282,00 e versa pertanto nelle condizioni previste dall’art. 2446 del codice civile, inoltre anche i bilanci 2010 e 2011 presentano delle perdite di esercizio rispettivamente pari a €. 522.827,00 ed €. 756.593,00;

·    entrambe risultano dotate  di un numero  estremamente esiguo di dipendenti;

 

I Lavoratori del Fonspa temono pertanto  che con l’operazione di cessione in favore di Tages e Harvip  si intenda realizzare una vera e propria liquidazione  mascherata  con conseguenti pesanti ricadute occupazionali.

 

In data 5 novembre p.v.  le organizzazioni sindacali sono state già convocate “per la presentazione del piano di impresa con gli indirizzi strategici e le conseguenze organizzative discendenti dalle determinazioni assunte dal Nuovo Consiglio di Amministrazione”

 

Le organizzazioni sindacali parteciperanno a detto incontro per verificare le reali intenzioni della nuova proprietà.

 

Per questo i lavoratori del Fonspa sono e saranno sempre più determinati a battersi e a lottare con tutti i mezzi affinché non debbano subire nefaste conseguenze per colpe altrui e per far emergere nelle competenti sedi le responsabilità e complicità diffuse.

 

Come sempre continueranno ad assumere tutte le necessarie iniziative, contro chiunque oggi  pensi di applicare impunemente provvedimenti che lascino i dipendenti Fonspa in mezzo ad una strada.

 

 In questa lotta nella sperimentata solidarietà dei lavoratori saremo tutti compatti ed animati dalla validità e forza delle nostre idee e motivazioni.

 

 

VENDUTI!ultima modifica: 2013-11-04T09:27:45+00:00da fonspainlotta
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento